I recapiti dell’Istituto

SEDE CENTRALE E AMMINISTRATIVA

Viale G. Schiratti 1
33030 Majano (UD)
Tel. 0432 959020
Fax. 0432 948208

E-MAIL

udic81500t@istruzione.it

POSTA CERTIFICATA

udic81500t@pec.istruzione.it

I recapiti del plesso
Scuola Secondaria di 1° grado di Majano tel. 0432 959020
archivio documenti
Accesso all'area riservata docenti per i documenti del plesso


LogIn Posta alunni

home

Ultima modifica: giovedì, 5 Maggio 2016

Salve a tutti, qui potete trovare tutte le info più importanti che riguardano le attività della scuola secondaria di 1° grado di Majano. Navigate pure 🙂

 

Sabato 8 giugno gli alunni della classe 1B della scuola secondaria di Majano hanno presentato ai genitori e ai compagni di scuola delle altre classi lo spettacolo teatrale scritto ed interpretato da loro stessi. Il titolo dell’attività teatrale “Quello che non ho…  ma chi lo avrebbe mai detto… ce l’hai tu!” ha avuto lo scopo di sensibilizzare i ragazzi sull’importanza della comunicazione tra pari nel rispetto dell’altro. Potete trovare il testo teatrale nel libro di scrittura creativa “Diario di bordo di un viaggio nella scrittura” creato dagli stessi ragazzi e pubblicato sul sito.

 LO spettacolo teatrale è stato introdotto da una breve presentazione di due attività svolte durante il laboratorio di inglese “Active English”: “Welcome to London” e “Amazing Animals”. I ragazzi, in veste di guide turistiche di Londra, hanno illustrato al pubblico alcune delle principali attrazioni di Londra, come il Big Ben e il London Eye. Infine hanno mostrato i cartelloni frutto della ricerca sugli animali in via di estinzione (endangered species) e sugli animali domestici (pets).

Ecco alcune immagini dell’emozionante mattinata.

 

 

Quest’anno stiamo frequentando la seconda media e i testi da analizzare sono sempre più difficili.

Ci siamo avvicinati anche alla poesia  analizzando i pensieri di autori famosi che si sono espressi in relazione al concetto appunto di poesia.

Caproni  afferma che la poesia è la ricerca di se stessi, dunque capire chi si è attraverso la parole.

Abbiamo inoltre capito che la poesia è fuoco che arde dentro di noi , proprio come pensa Alda Merini.

Ungaretti sottolinea in molte sue interviste che ha cominciato a scrivere poesie “piene d’amore” in trincea, sulle cartine che avvolgevano le cartucce delle munizioni, in contrapposizione a ciò che vedeva : morte e disperazione.

Dalle nostre riflessioni è emerso che la poesia è dentro di noi, viene dal profondo è  libertà, interpretazione.

Leggendo i poeti friulani, Tavan e Capello ci siamo resi conto inoltre quante siano le sfumature della lingua friulana e di quanto potente possa essere una parola.

Dobbiamo quindi pensare alla vita come a una poesia, fatta di emozioni, tutti noi possiamo contribuire con un verso.

Così dopo aver letto molte liriche di poeti famosi che avevano come argomento la luna, abbiamo provato a scrivere alcuni versi, tutti nostri, ispirandoci ai classici della letteratura.

Li abbiamo poi illustrati.

Ecco i nostri lavori

Classe 2^ B

Scuola Secondaria di Majano

 

Un sentito ringraziamento al nostro Preside che ha fotografato tutte le nostre opere!

 

I DIRITTI DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA

La mostra “Io, io, io … e gli altri” sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza è stata l’occasione per condividere e diventare protagonisti dei propri diritti. In mostra ora i video dell’attività di presentazione della mostra da parte degli alunni della classe 3A ai bambini delle elementari. Cliccando potete inoltre sfogliare il catalogo digitale da loro realizzato, in cui una sezione è dedicata alle opere degli alunni della scuola media che hanno partecipato al laboratorio artistico guidato dall’artista Arturo Picca.

Il catalogo digitale sarà visibile anche sul sito del Garante dei diritti della persona, a cui anche doniamo le opere artistiche dei nostri ragazzi per contribuire al progetto di sensibilizzazione sui Diritti della Persona.

La classe 3A e le Prof. Pagnutti e Molaro.

 

A corredo presentiamo le foto delle attività di laboratorio.

VIDEO 1

VIDEO 2

 

Relazion su le ativitât di insegnament di lenghe furlane midiant il cjant

In ocasion dal aromai tradizionâl spetacul di Nadâl, che chest an al è stât fat tal prin dopodimisdì di martars 18 di Dicembar 2018 a Forgjarie e te buinore di sabide 22 a Majan, i fantats de scuele secondarie di I grât e àn cjantat une cjançon di Nadâl in furlan, “Gnot di Nadâl“.

La magjie e la emozion de gnot di Nadâl e vegnin evocadis par vie des peraulis che a tocjin di D.Remigio Tosoratti e de tenare melodie che lu compagne di Orlando Dipiazza.

I fantats si son svicinâts cun curiositât e interès ai cjançon no dome imparant la part scrite cun tun bon mut di cjacarà par furlan, ma ancje rivant a capì il stret e inevitabil leam cal è tra cheste lenghe e la so culture.

Chi daurman un sunt des diviersis testemoneancis che o ai vût dai students.

“Viodint co vevin a ce fa cun tune cjançon che no cognossevin, par di plui in tune lenghe che no ducj e cjacarin e a capissin come el furlan, o ven cjapat le idee dal mestri di musiche cun pocje convinzion. In poc timp in dut câs,  dopo ve let il scrit, capît ce cal voleve dî e imparât el mut just par dî lis peraulis, nus sen lassâts cjapà dentri de melodie dolce di cheste cjante di Nadâl e des emozions che nus faseve provà fasintnus vivi in prime persone la sensibilitât de musiche e dal spirt di chestis tieris.”

 

GNOT DI NADÂL

Usgnot il cûr al cjiante;

usgnot no pues dormì;

usgnot il scûr si stante,

usgnot al è zà dì!

Come une mari in siete

il mont mande un sospîr

e cjantuzzant cuiete la crôs

di ogni pinsir.

Usgnot il cûr al cjiante…

Il grant si è fat mugnestri

 e l’Infinît frutin!

 L’Altissin l’è za nestri,

 saltant ogni cunfin!

 Usgnot il cûr al cjiante…

 

Relazione sull’attività relativa all’insegnamento della lingua friulana attraverso il canto

In occasione degli ormai tradizionali spettacoli natalizi, quest’anno svoltisi rispettivamente nel primo pomeriggio di martedì 18 dicembre 2018 a Forgaria e nella mattinata di sabato 22 a Majano, i ragazzi della scuola secondaria di I grado hanno eseguito un canto natalizio in friulano, Gnot di Nadal.

La magia e l’emozione della notte di Natale vengono evocate attraverso il toccante testo di D.Remigio Tosoratti e la tenera melodia che lo accompagna di Orlando Dipiazza. I ragazzi si sono avvicinati con curiosità e interesse al brano non solo apprendendo il testo con una buona pronuncia friulana, ma anche cogliendo lo stretto e imprescindibile legame che intercorre tra questa lingua e la sua cultura.

Di seguito una sintesi delle varie testimonianze che ho raccolto dagli studenti.

“Trattandosi di una canzone a noi sconosciuta, per di più in una lingua che non tutti parlano e capiscono come il friulano, abbiamo accolto la proposta dell’insegnante di musica con un certo scetticismo. Ben presto tuttavia, dopo averne letto il testo, compreso il significato e imparata la corretta dizione, ci siamo lasciati trasportare dalla dolce melodia di questo canto natalizio e dalle emozioni che ci faceva provare facendoci vivere in prima persona la sensibilità musicale e spirituale di queste terre.”

 

NOTTE DI NATALE

Stasera il cuore canta;

stasera non posso dormire;

stasera il buio si dipana,

stasera è già giorno!

Come una madre in attesa

il mondo manda un sospiro

e canticchiando lenisce la sofferenza

di ogni pensiero.

Stasera il cuore canta…

Il grande si è umiliato

e l’Infinito si è fatto bambino.

L’Altissimo è già nostro

scavalcando ogni confine.

Stasera il cuore canta…

 

WHAT PEOPLE DON’T KNOW è il titolo di una mini-serie di rubriche culturali in lingua inglese che sono state raccolte in un video realizzato all’interno della Classe 2A della Scuola Secondaria di Majano. Il video è stato illustrato e presentato venerdì 31 maggio alle classi quinte della Scuola Primaria che sono state positivamente impressionate e hanno avuto un’altra un’occasione per familiarizzare con la loro futura scuola. Ecco delle immagini che ritraggono alcuni momenti di questo piccolo evento. 


WHAT PEOPLE DON’T KNOW è stato presentato il 1 giugno all’interno del progetto CCRR
 

Il  1 giugno 2019 nella sala Bernardis si è svolto il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze allargato anche al Consiglio Comunale del nostro paese.

Abbiamo esposto le attività svolte dalle commissioni durante l’anno, tutte molto interessanti.

Il Sindaco, la dott.ssa Palladin, ha elogiato il nostro operato e ringraziato i nostri insegnanti che con entusiasmo ci hanno accompagnato in questo percorso.

 

Domenica 26 maggio 2019 la nostra scuola ha partecipato al prestigioso ventesimo torneo scolastico provinciale di Tarcento.
Ringraziamo l’I.C. di Tarcento per la meravigliosa organizzazione e per l’opportunità che dà a tanti ragazzi di appassionarsi sempre di più a questa impegnativa e affascinante disciplina.

 

Grazie a quanti ci hanno aiutato nella nostra avventura ….

Per la festa della felicità abbiamo confezionato duecento segnalibro con delle massime  riguardanti la felicità che sono stati donati  ai nostri compagni, agli  insegnanti e ai nostri amici della Pontello’s band.

Alcuni compagni di altre classi ci hanno dato una mano nella colorazione, la mamma di Samuele, la Sig. Milena Barazzutti, li ha plastificati tutti e decorati con fiocchetti multicolore. GRAZIE

E’ proprio vero  che l’unione fa la forza!

 

Il 9 maggio in Auditorium a Majano abbiamo presentato la seconda edizione della Festa della Felicità che si realizza all’ interno della progettazione del CCRR del nostro Istituto e vede la collaborazione dei ragazzi della fondazione Pontello che nel tempo sono diventati “amici specialissimi”

 Il nostro percorso è stato entusiasmante, ma come in ogni lavoro, ci sono stati diversi intoppi: eravamo arrivati a metà attività, c’era chi pensava di avercela quasi fatta e chi invece, demoralizzato,  riteneva di essere ancora in alto mare.

Insomma, il tempo stringeva, le discussioni si facevano sempre più vive e le scelte sempre più difficili. Per fortuna grazie a chi ci teneva veramente a raggiungere questo obiettivo abbiamo proseguito fino alla sua completa realizzazione.

In  un primo momento  ci siamo chiesti cos’è la felicità ? Ci siamo resi conto che è un idea astratta , difficilmente definibile…quindi abbiamo chiesto aiuto agli antichi .

Fin dalla notte dei tempi gli uomini si sono interrogati su questo concetto

Aristotele ha scritto le sue ricette della felicità che noi abbiamo cercato di attualizzare con scenette divertenti . Abbiamo capito che la felicità sta nell’equilibrio tra i vari desideri degli uomini, ma che è soprattutto la condivisione, lo stare insieme che ci rende felici.

Così abbiamo formato un coro con le  voci di noi ragazzi di seconda B e i ragazzi della Pontello’s band , cantando assieme e successivamente ballando al ritmo di musiche trascinanti, ci siamo divertiti e abbiamo toccato con mano attimi di felicità.

Tradizionalmente durante questa FESTA vengono premiati i Giusti del nostro paese.

Vengono donate delle targhe di riconoscimento che fanno bella mostra nel corridoio della nostra scuola.

Quest’anno sono state individuate alcune associazioni che operano nel nostro territorio :

Cerchi nell’acqua, la Protezione Civile , il gruppo degli alpini di Susans e Majano.

Vogliamo ringraziare quanti ci hanno aiutato in questa bellissima avventura che ci ha visti protagonisti anche nella presentazione dell’evento.

Alla fine abbiamo mangiato insieme un’ottima pizza , grazie ancora alle mamme per l’organizzazione del buffet.

IL PRESIDE E L’ASSESSORE ALLA CULTURA DEL COMUNE DI MAJANO SI COMPLIMENTANO
CI DIVERTIAMO A MIMARE UNA CANZONE
I GIUSTI DI MAJANO
LA PROTEZIONE CIVILE
GLI ALPINI DI MAJANO E SUSANS
CERCHI NELL’ACQUA
FELICITA’ E’ LEGGERE UN GIORNALE…ASSIEME
FACCIAMO FINTA DI ESSERE AL MARE !
 

REGIONALI SCACCHI 2019 

Sabato  6.04.2019 la squadra Cadetti del nostro Istituto ha disputato, per il secondo anno consecutivo, l’importante fase regionale dei Campionati studenteschi di Scacchi.

 I ragazzi, si sono impegnati con grande concentrazione e determinazione, dando il loro meglio.  

Fino alla quarta partita la ns. Scuola si trovava sesta a pochissimi punti dalla quinta nella classifica per ordine di Scuole.

  L’ultima partita, purtroppo per noi, non è andata bene. 

In ogni caso sempre e comunque BRAVI RAGAZZI!!!!! 

Rinnovo ancora un ringraziamento a tutti coloro che ci hanno aiutato, supportato e contribuito alla realizzazione di questa bella esperienza che rimarrà indelebile nella memoria di tutti i partecipanti. 

Voglio ricordare che il gioco degli scacchi è tutto: arte, scienza, sport. 

E quindi penso e spero che ci rivedremo il prossimo anno e se sarà possibile … “ l’avventura continua “

Cari saluti 
Mariagrazia Molaro