I recapiti dell’Istituto

SEDE CENTRALE E AMMINISTRATIVA

Viale G. Schiratti 1
33030 Majano (UD)
Tel. 0432 959020
Fax. 0432 948208

E-MAIL

udic81500t@istruzione.it

POSTA CERTIFICATA

udic81500t@pec.istruzione.it

I recapiti del plesso
Scuola Secondaria di 1° grado di Majano tel. 0432 959020
archivio documenti
Accesso all'area riservata docenti per i documenti del plesso


LogIn Posta alunni
domenica, 16 Giugno 2019

Relazion su le ativitât di insegnament di lenghe furlane midiant il cjant

In ocasion dal aromai tradizionâl spetacul di Nadâl, che chest an al è stât fat tal prin dopodimisdì di martars 18 di Dicembar 2018 a Forgjarie e te buinore di sabide 22 a Majan, i fantats de scuele secondarie di I grât e àn cjantat une cjançon di Nadâl in furlan, “Gnot di Nadâl“.

La magjie e la emozion de gnot di Nadâl e vegnin evocadis par vie des peraulis che a tocjin di D.Remigio Tosoratti e de tenare melodie che lu compagne di Orlando Dipiazza.

I fantats si son svicinâts cun curiositât e interès ai cjançon no dome imparant la part scrite cun tun bon mut di cjacarà par furlan, ma ancje rivant a capì il stret e inevitabil leam cal è tra cheste lenghe e la so culture.

Chi daurman un sunt des diviersis testemoneancis che o ai vût dai students.

“Viodint co vevin a ce fa cun tune cjançon che no cognossevin, par di plui in tune lenghe che no ducj e cjacarin e a capissin come el furlan, o ven cjapat le idee dal mestri di musiche cun pocje convinzion. In poc timp in dut câs,  dopo ve let il scrit, capît ce cal voleve dî e imparât el mut just par dî lis peraulis, nus sen lassâts cjapà dentri de melodie dolce di cheste cjante di Nadâl e des emozions che nus faseve provà fasintnus vivi in prime persone la sensibilitât de musiche e dal spirt di chestis tieris.”

 

GNOT DI NADÂL

Usgnot il cûr al cjiante;

usgnot no pues dormì;

usgnot il scûr si stante,

usgnot al è zà dì!

Come une mari in siete

il mont mande un sospîr

e cjantuzzant cuiete la crôs

di ogni pinsir.

Usgnot il cûr al cjiante…

Il grant si è fat mugnestri

 e l’Infinît frutin!

 L’Altissin l’è za nestri,

 saltant ogni cunfin!

 Usgnot il cûr al cjiante…

 

Relazione sull’attività relativa all’insegnamento della lingua friulana attraverso il canto

In occasione degli ormai tradizionali spettacoli natalizi, quest’anno svoltisi rispettivamente nel primo pomeriggio di martedì 18 dicembre 2018 a Forgaria e nella mattinata di sabato 22 a Majano, i ragazzi della scuola secondaria di I grado hanno eseguito un canto natalizio in friulano, Gnot di Nadal.

La magia e l’emozione della notte di Natale vengono evocate attraverso il toccante testo di D.Remigio Tosoratti e la tenera melodia che lo accompagna di Orlando Dipiazza. I ragazzi si sono avvicinati con curiosità e interesse al brano non solo apprendendo il testo con una buona pronuncia friulana, ma anche cogliendo lo stretto e imprescindibile legame che intercorre tra questa lingua e la sua cultura.

Di seguito una sintesi delle varie testimonianze che ho raccolto dagli studenti.

“Trattandosi di una canzone a noi sconosciuta, per di più in una lingua che non tutti parlano e capiscono come il friulano, abbiamo accolto la proposta dell’insegnante di musica con un certo scetticismo. Ben presto tuttavia, dopo averne letto il testo, compreso il significato e imparata la corretta dizione, ci siamo lasciati trasportare dalla dolce melodia di questo canto natalizio e dalle emozioni che ci faceva provare facendoci vivere in prima persona la sensibilità musicale e spirituale di queste terre.”

 

NOTTE DI NATALE

Stasera il cuore canta;

stasera non posso dormire;

stasera il buio si dipana,

stasera è già giorno!

Come una madre in attesa

il mondo manda un sospiro

e canticchiando lenisce la sofferenza

di ogni pensiero.

Stasera il cuore canta…

Il grande si è umiliato

e l’Infinito si è fatto bambino.

L’Altissimo è già nostro

scavalcando ogni confine.

Stasera il cuore canta…

Pubblicato in